Ancora una volta l’INPS carica i datori di lavori di responsabilità e impegni, questa volta lo fa con la verifica degli assegni famigliari, e la nuova procedura, dal giungo 2019 i lavoratori che vorranno percepire gli assegni familiari dovranno presentare all’INPS in formato telematico la richiesta e…….. il datore di lavoro attraverso i soggetti abilitati, ovvero i Consulenti del Lavoro dovrà verificare mensilmente la disponibilità dei moduli per inserirli nel prospetti paga.

Ancora una volta la responsabilità ricade sul Consulente che come fatto prima per la privacy, adesso per gli ANF alla fine è il responsabile, non potendo accedere autonomamente il datore di lavoro, a tale scopo lo Studio a costi veramente contenuti ha predisposto un servizio di recupero e controllo mensile degli ANF denominato ”recover ANF” qualora fosse di vostro interesse potete scrivere a: info@eps.it e nell’oggetto indicare ”RECOVER ANF”.

recentemente inoltre si è reso necessario un intervento dell’Inps, con messaggio n. 1777 dell’8 maggio 2019, ha offerto chiarimenti sulla nuova modalità di presentazione della domanda di Anf per i lavoratori dipendenti di aziende attive del settore privato non agricolo, indicando modalità di gestione della domanda e fornendo istruzioni per i datori di lavoro, in particolare in merito alla compilazione del flusso UniEmens di competenza del mese di luglio 2019.